WebReevolution: intervista ad Arturo Salerno

Arturo Salerno dal 1999 si occupa di web marketing turistico e di promozione sul web per hotel, operatori turistici e agenti di viaggio. Da Giugno del 2009 ha deciso di diventare un libero professionista, creando la prima e unica realtà in Calabria di consulenza in web marketing turistico e formazione in web marketing turistico.
Offre le proprie conoscenze come docente in corsi di formazioni e Master sul Web Marketing Turistico su tutto il territorio nazionale.

Quanto conta la reputazione online oggi per una struttura ricettiva?

Caro Andrea, in questo periodo conta più di ogni altra cosa. La reputazione di una struttura ricettiva crea fiducia e crea le condizioni per poter superare l’attuale crisi economica. I turisti oramai sono attenti osservatori, maturi nell’uso della rete per ricercare soluzioni di viaggio e utenti attivi nei luoghi della rete in cui si discute sulla reputazione.

Quali sono le pratiche migliori per costruire e mantenere una buona reputazione online per una struttura ricettiva?

L’assoluta convinzione che offrire la migliore ospitalità possibile, essere onesti e chiari nella comunicazione, gestire i problemi nel momento in cui si manifestano, riprogettare l’offerta turistica e mantenere i rapporti con i propri clienti al di là del soggiorno. C’è una pratica che spesso e a volte viene trascurata, ovvero la pratica di formare e sensibilizzare ogni dipendente, lavoratore o collaboratore che ruota intorno alla struttura ricettiva. Ogni persona deve sentirsi totalmente votato alla soddisfazione del cliente e comprendere che è parte integrante di un sistema dove ognuno contribuisce a creare la reputazione dell’intera struttura. Questa consapevolezza però, dipende dalla consapevolezza dei proprietari e dei direttori nel creare circuiti virtuosi e condizioni adatte affinché tutti siano motivati e pronti a gestire le varie situazioni che si potrebbero manifestare.

Quali sono i piccoli e grandi trucchi nella costruzione di un sito web di una struttura ricettiva? Puoi fornirci qualche esempio?

Andrea, penso sempre di più che un sito web di una struttura ricettiva debba essere strutturato affinché ogni singola pagina abbia un preciso obiettivo, con una precisa KPI e concepita come se fosse una singola landing pages. Solo usando questa strategia sarà possibile dare una valore statistico preciso e misurabile. E’ importante anche rendere vivo il sito web con offerte speciali ben costruire e realizzate, con contenuti scritti per il web e con sezioni dedicate all’attività sociale (se questa esiste) che permetta all’utente di entrare nell’ecosistema digitale della struttura ricettiva e sentirsi parte attiva nella costruzione della reputazione. Vorrei più che trucchi dare dei consigli. Consiglio di scegliere attentamente i fornitori di servizi web, consiglio di aprirsi alla tecnologia e all’innovazione, consiglio di affidarsi a persone esperte, consiglio di installare una webcam, consiglio di perdere meno tempo a scegliere colori e concentrarsi sulle strategie, consiglio di usare call-to-action a fine di ogni pagina, consiglio di usare le form di contatto ovunque insieme al booking engine.

Quanto conta la formazione web del personale della struttura ricettiva?

Come dicevo la formazione è il vero valore su cui costruire reputazione, professionalità e competenze. Crediamo, noi della rete di Kuddle Network, che sia arrivato il momento di creare una figura professionale, riconosciuta in quanto tale, che si occupi della gestione della presenza web di una struttura ricettiva. Stiamo intensamente lavorando in questi giorni su un percorso formativo, innovativo con laboratori, seminari e webinar, per costruire la figura dell’Hotel Internet Marketing Expert (H.I.M.E.). I tempi sono maturi per affrontare questo impegno e per offrire ai tanti che ci chiedono supporto formativo un nuovo modo di fare formazione. Vogliamo dare risposta a chi vuole costruirsi un futuro e a chi all’interno della struttura ricettiva si occupa o si dovrà occupare di promozione online.

Posted in WebReevolution

Leave a Reply